Giovedì, 18 Luglio 2024
Diocesi di Tortona
Sua Ecc.za Rev.ma
Mons. Guido Marini
Vescovo

Primo incontro Diocesano ministri dell'Eucarestia

VOGHERA - “Tutta l’umanità trepidi, l’universo intero tremi e il cielo esulti, quando sull’altare, nella mano del sacerdote, si rende presente Cristo, il Figlio del Dio vivo.
O ammirabile altezza e degnazione stupenda!
O umiltà sublime!
O sublimità umile, che il Signore dell’universo, Dio e Figlio di Dio, così si umili da nascondersi, per la nostra salvezza, sotto poca apparenza di pane! Guardate, fratelli, l’umiltà di Dio, ed aprite davanti a lui i vostri cuori; umiliatevi anche voi, perché siate da lui esaltati.
Nulla, dunque, di voi trattenete per voi, affinché totalmente vi accolga colui che totalmente a voi si offre” (Fonti Francescane 221).

Con queste parole di San Francesco, Mons. Vittorio Viola inizia la sua catechesi, nel pomeriggio di martedì 2 giugno, aprendo il primo incontro Diocesano dei ministri straordinari della Comunione Eucaristica.
Organizzato dall’Ufficio Liturgico, questo primo incontro ha voluto riunire coloro che nella Diocesi svolgono questo significativo ministero per una giornata di riflessione, di preghiera e di adorazione.
Accolti da mons. Giovanni Captini e da don Enrico Bernuzzi nella parrocchia di San Lorenzo in Voghera (Duomo), inizia puntuale alle 16.30 la catechesi di Mons. Vittorio Viola.

Il Vescovo sale all’ambone e tiene una catechesi sentita e coinvolgente sul sacramento del Corpo e del Sangue di Cristo, da Lui offerti nella sua ultima cena.
La preghiera di san Francesco offre lo spunto per spiegare l’importanza e la necessità di lasciarsi portare dall’Eucarestia e il significato di questo ministero nella Chiesa: servizio reso per la comunione.
Non si tratta solo di portare la comunione a chi non può partecipare alle celebrazioni liturgiche: è necessario infatti che un servitore dell’Eucarestia mantenga prima di tutto una viva familiarità con il Signore, presente nel Santo Sacramento.
Il Vescovo invita quindi a diventare costruttori di comunione e a favorirla all’interno della comunità, diventando promotori dell’unità in ogni realtà.
Invita i presenti poi a continuare la formazione attraverso la partecipazione ad un corso specifico di aggiornamento, previsto per il prossimo anno pastorale.

Terminata la catechesi rimane qualche minuto di silenzio e di riflessione personale prima di iniziare l’Adorazione.
Posto nell’altare al centro del Duomo, l’ostensorio si fa luce vera e viva per ognuno.
Vengono alternate alcune riflessioni con opportuni canti mentre nei lunghi momenti di silenzio c’è la possibilità di essere veramente accolti da Colui che a noi si dona.
Verso le 19, mentre il sole che tramonta illumina l’aula ecclesiale, dando a tutto una calda tonalità di riflessi dorati, inizia il canto dei Vespri, accompagnati all’organo e animati da Maria Pattarelli, organista della Parrocchia, che assieme al sottoscritto si è fatta carico di gestire i momenti liturgici.

La preghiera dell’Anima Christi e il seguente Tantum Ergo introducono la solenne benedizione Eucaristica a conclusione della celebrazione.
Per chi lo ha desiderato la serata è continuata con una serena e piacevole condivisione, preparata dal Santachiara, presso l’Oratorio in via Bellocchio.

Claudio Baldi

Data: 10/06/2015



Archivio Notizie


Diocesi di Tortona

p.zza Duomo, 12
15057 Tortona (AL)

CONTATTACI

Il magazine della Diocesi

Il Popolo

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP

La radio ufficiale della Diocesi

RadioPNR

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP


©2023 - Diocesi di Tortona