Martedì, 27 Febbraio 2024
Diocesi di Tortona
Sua Ecc.za Rev.ma
Mons. Guido Marini
Vescovo

MESSAGGIO DEL VESCOVO ALLA DIOCESI PER LA QUARESIMA 2011

MESSAGGIO DEL VESCOVO ALLA DIOCESI PER LA QUARESIMA 2011

 Carissimi,

con il Mercoledì delle Ceneri entriamo nel tempo forte della  Quaresima. La Chiesa ha sempre presentato questo tempo  come un momento privilegiato per Il nostro cammino verso la  Pasqua.

La Liturgia, infatti, applica a questo periodo le parole dell'Apostolo Paolo "Vi esortiamo a non accogliere invano la Grazia di  Dio… Ecco ora il momento favorevole, ecco ora i giorni della salvezza" (2 Cor. 6, 1-2).

1) Come vivere questo tempo prezioso.

Il Vescovo offre a tutti questa indicazione: dare importanza e tempo all'ascolto della Parola.

La Parola di Dio della IX domenica del tempo ordinario, letta qualche giorno fa, mi ha spinto a questa scelta.

  • Nella prima lettura Mosè ha ordinato al suo popolo:

"Porrete nel cuore e nell'anima queste mie parole; ve le legherete alla mano come un segno e le terrete come un pendaglio tra gli occhi" (Deut. Il, 18).

  • Nel brano di Vangelo Gesù con chiarezza ci ha detto:

"Chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica è simile ad un uomo saggio che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si.abbatterono su quella casa, ed essa non cadde, perché era fondata sopra la roccia" (Mt. 7. 24-25).

 

2) Importanza dell'ascolto della Parola

  • Gesù afferma che l'ascolto della Parola genera uno stretto rapporto con Lui:

"Mia madre e i miei fratelli sono coloro che ascoltano la Parola di Dio e la mettono in pratica" (Lc. 8, 21).

  • San Paolo ribadisce lo stesso concetto: la Fede dipende dalla predicazione e di conseguenza dall'ascolto:

"La Fede dipende, dunque, dalla predicazione e la predicazione a sua volta si attua per la Parola di Cristo" (Rom. lO, 17).

  • Il Profeta Isaia evidenzia che la Parola di Dio ha una efficacia tutta particolare:

"Come, infatti, la pioggia e la neve scendono dal cielo e non vi ritornano senza avere irrigato la terra, senza averla fecondata e fatta germogliare, perché dia il seme al seminatore e pane da mangiare, così sarà della Parola uscita dalla mia bocca: non ritornerà a me senza effetto, senza aver operato ciò che desidero e senza aver compiuto ciò per cui l'ho mandata" (Is. 55, 1O-1l).

  • Secondo l'esperienza del Profeta Geremia la Parola genera gioia:

"Quando le tue parole mi vennero incontro, le divorai con avidità; la Tua parola fu la gioia e la letizia del mio cuore" (Ger. 15, 16).

  • Anche l'autore dell' Apocalisse afferma che chi ascolta la Parola e la mette in pratica, è beato:

"Beato chi legge e beati coloro che ascoltano la parola di questa profezia e mettono in pratica le cose che vi sono scritte".

3) Condizioni che rendono possibile l'ascolto efficace della Parola.

a) Per l'ascolto efficace della Parola è necessario il silenzio, la capacità di mettere a tacere il rumore spesso presente nella nostra vita.

Come ricorda il Profeta Osea, Dio vuole aprire un dialogo personale con ciascuno di noi, ma questo avviene nel deserto "La attirerò a me, la condurrò nel deserto e parlerò al suo cuore" (Os. 2, 16).

b) E' necessario che la Parola sia apprezzata e di conseguenza desiderata. Questo può essere possibile, se ci rendiamo conto che la Parola torna utile alla nostra vita.

  • La Parola ci aiuta a discernere il bene dal male, ci aiuta a conoscere la strada da percorrere.

"Lampada per i miei passi è la tua parola, luce sul mio cammino" (Salmo 119, 105).

  • La Parola risuona a volte come invito forte al ravvedimento.

"Ricorda, dunque, dove sei caduto, ravvediti e compi le opere di prima" (Ap.2, 5).

  • La Parola non tralascia di rimproverare.

"Poiché sei tiepido, non sei cioè né freddo né caldo, sto per vomitarti dalla mia bocca" (Ap. 3, 16).

  • La Parola, però, mi assicùra che il rimprovero è segno di amore.

"Io tutti quelli che amo, li rimprovero e li castigo" (Ap. 3, 19).

Ancora: la Parola torna utile alla nostra vita perché:

  • Ci aiuta a conoscere e contemplare il volto di Dio.

Nella Costituzione dogmatica conciliare "Dei Verbum" si dice: "Piacque a Dio nella Sua bontà e sapienza rivelare se stesso ... Con questa rivelazione Dio invisibile, nel Suo immenso amore, parla agli uomini come ad amici e si intrattiene con essi per invitarli e ammetterli alla comunione con Sé" (Dei Verbum, 2).

  • Ci aiuta anche a conoscere il nostro volto.

Ci rivela la dignità di ogni persona umana, creata a immagine e somiglianza di Dio, oggetto del Suo amore misericordioso e fedele. redenta dal Sangue di Cristo, chiamata alla vita eterna.

c) Per ascoltare in modo efficace la Parola è necessario essere aperti all'azione dello Spirito.

Nell'ascolto, infatti, non è in questione solo il nostro impegno, ma anche il dono di Dio.

Mai dobbiamo dimenticarci che la Parola di Dio è dono: è dono quando viene rivolta a noi ed è dono quando viene accolta da noi. Allora questo dono deve essere richiesto nella preghiera, come ci insegna la Liturgia:

''Apri, Signore, il nostro cuore e comprenderemo le parole del Figlio Tuo".

Quando ci mettiamo in ascolto, riviviamo in qualche modo, 1'avventura dei due discepoli di Emmaus. Gesù, il Crocifisso Risorto, si fece loro compagno di viaggio "e cominciando da Mosè e da tutti i profeti spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a Lui" (Lc. 24,27).

 

La Quaresima deve essere un tempo in cui ci interroghiamo sullo spazio reale che noi dedichiamo all' ascolto della Parola.

Ci invita ad evitare il rischio di impoverire la preghiera. riducendola solo ad un nostro discorso al Signore; per dirGli le nostre cose.

La vera preghiera, infatti, richiede che prima di parlare a Dio, ci si impegni ad ascoltarLo.

Con l'augurio di un buon cammino quaresimale, saluto e benedico tutti di cuore.

 

Tortona, dal Palazzo Vescovile, 09 marzo 2011

+ Martino Canessa

Vescovo

 

Data: 11/03/2011



Archivio Notizie


Diocesi di Tortona

p.zza Duomo, 12
15057 Tortona (AL)

CONTATTACI

Il magazine della Diocesi

Il Popolo

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP

La radio ufficiale della Diocesi

RadioPNR

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP


©2023 - Diocesi di Tortona