Martedì, 23 Luglio 2024
Diocesi di Tortona
Sua Ecc.za Rev.ma
Mons. Guido Marini
Vescovo

Domenica 29 ottobre in cattedrale la conclusione del corso dei Lettori

”Posseduti dalla sua Parola”

1/lettori 3.jpgTORTONA - “Ci ritroviamo questa sera per approfondire il dono del ministero a voi affidato quello del proclamare la Parola, rendendo grazie a Dio in un coro di lode e di gratitudine a lui”.

Con queste parole il Vescovo Mons. Vittorio Viola ha accolto il numeroso gruppo dei lettori della Parola diocesani domenica 29 ottobre in cattedrale Tortona per il canto dei secondi vespri a conclusione dell’annuale corso formativo svoltosi nelle sedi di Casteggio e Novi Ligure.

In questo secondo anno sono stati trattati i seguenti temi: “Il libro dei Salmi e il canto liturgico del Salmo responsoriale”, a cura di don Francesco Favaretto e don Paolo Padrini e “Il Lezionario dell’Avvento/Natale” con don Claudio Baldi direttore dell’ufficio liturgico diocesano.

“La nostra lode è un dinamismo di amore che ci permette di stare dentro la sua Parola – ha detto il Vescovo nella riflessione – e voi dovete riconoscere questo ministero come dono e impegno da svolgere con devozione”.
Commentando poi i versetti proclamati, tratti da Geremia, ha incoraggiato tutti a essere come il profeta “infuocati dalla sua Parola che deve diventare nutrimento e totale appartenenza”.
Nel proseguire a rilevare quanto i lettori devo somigliare ai profeti nell’accogliere ed essere al servizio della Parola, ha lanciato l’invito a “diventare strumento di lui e questa possibilità ci viene data a motivo del desiderio di lui.

Non finiremo mai di prepararci e disporci interiormente a proclamare la Parola: ministero per l’assemblea liturgica”.

Richiamando il desiderio di nutrimento della sua Parola, il Vescovo ha concluso invitando tutti ad avvertire “la grandezza e l’altezza del dono collocato nel desiderio di Dio che vuole raggiungere ogni uomo con la sua parola”.
“E ne avvertiamo anche l’impegno gioioso e ancor più serio a servizio della comunità. – ha aggiunto – Questo appartenere è ciò che dà qualità al ministero e tutto ciò ci coinvolge personalmente chiedendoci di abbandonarci ad essa. L’esortazione che lascia a tutti è semplice ma allo stesso modo impegnativa: non c’è buona proclamazione senza appartenenza alla Parola come per i profeti. Se il Signore vi chiama a questo ministero è perché vuole darvi anche la possibilità di fare in modo che tutta la vostra vita sia Parola sua e conseguenza del dono.
È un dono di misericordia e l’essere chiamati a svolgere questo servizio fa di voi persone attente, disponibili, docili alla Parola e penso a voi come un fermento buono dentro le vostre comunità perché la Parola che sta rivolgendo a noi come Chiesa di Tortona possa raggiungere e risuonare in ogni comunità e continuare ad operare ciò per cui l’aveva mandata: anche in questo si è servi della Parola”.

Al termine della celebrazione don Claudio Baldi, nel ringraziare il Vescovo per le riflessioni rivolte, risposto positivamente alla richiesta dei lettori per un incontro sul “Lezionario di Quaresima” che si svolgerà il 5 febbraio a Casteggio e il 6 febbraio a Novi Ligure.

Fabio Mogni

Data: 31/10/2017



Archivio Notizie


Diocesi di Tortona

p.zza Duomo, 12
15057 Tortona (AL)

CONTATTACI

Il magazine della Diocesi

Il Popolo

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP

La radio ufficiale della Diocesi

RadioPNR

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP


©2023 - Diocesi di Tortona