Lunedì, 20 Maggio 2024
Diocesi di Tortona
Sua Ecc.za Rev.ma
Mons. Guido Marini
Vescovo

Intervista al Vescovo

Mentre il Convegno Ecclesiale era in pieno svolgimento, Radio PNR ha intervistato il nostro Vescovo per avere da lui alcune impressioni sui lavori in corso.

Ecco un sunto delle dichiarazioni di Mons. Vittorio Viola ai microfoni della Radio Diocesana. 

Eccellenza, quali sono le sue prime impressioni? 

Ci sono alcune cose che fanno parte dell’esperienza del Convegno, prima di tutto il convenire. È stato un bel momento, dove avvertivi questa dimensione ecclesiale, una convocazione attorno al Signore, alla sua Parola, in ascolto di cosa lo Spirito suggerisce alle Chiese.
Questa esperienza dell’incontrarsi ha già una sua forza, che è poi stata rilanciata dalla visita del Santo Padre, un momento veramente intenso. Le parole che il Papa ha voluto consegnare alla Chiesa italiana, sono parole che illuminano, come sempre.

Il Papa ci ha invitato ad essere una Chiesa che rilancia i sentimenti di Cristo, della sua umanità, che ci sono stati consegnati come un modello, e anche come possibilità per il dono dello Spirito, quali l’umiltà, il disinteresse, la beatitudine. Sono certamente un motivo di riflessione profonda, mettendoci in guardia da quelle che sono le tentazioni che il Papa ha chiamato pelagianesimo e gnosticismo, in fondo richiamando quello che ci aveva consegnato nella Evangelii Gaudium, che ancora una volta ci ha proposto come indicazione di un cammino.

Attorno a questi temi ora si tratta di cercare una risposta.
Penso che più che approfondire una analisi che abbiamo già sufficientemente chiara, oppure semplicemente lamentarci per le difficoltà e le cose che non vanno, dobbiamo dare concretezza al nostro agire; vedere in Gesù Cristo il nuovo umanesimo.
Dobbiamo chiederci come possiamo tradurlo: una Chiesa umile, disinteressata e beata, che vive la beatitudine che è la gioia dell’annuncio.

 Quali sono i concetti chiave del lavoro che si sta facendo durante il convegno?

È bello il desiderio, nei lavori di gruppo, che tutti possano esprimersi, partendo da piccoli gruppi appunto, dove tutti possano ragionare su questi temi.

Il percorso tracciato dalle 5 vie pare essere interessante: si tratta ora di vedere come i delegati lo porteranno avanti.
Perché queste 5 vie in fondo sono i modi con i quali noi possiamo incontrare Gesù Cristo, e partendo da questo incontro, più che pensare o teorizzare un nuovo umanesimo, possiamo vivere delle scelte di un nuovo umanesimo, radicato in Gesù Cristo.

Data: 20/11/2015



Archivio Notizie


Diocesi di Tortona

p.zza Duomo, 12
15057 Tortona (AL)

CONTATTACI

Il magazine della Diocesi

Il Popolo

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP

La radio ufficiale della Diocesi

RadioPNR

VEDI ONLINE

oppure

SCARICA L'APP


©2023 - Diocesi di Tortona